Tra folklore e gastronomia: le più belle sagre per la tua vacanza in Salento

A fatica siamo arrivati a questo punto dell’anno e siamo speranzosi che il processo di ripresa da ora in avanti sarà tutto in discesa. Personalmente, voglio auspicare che le nostre vite riprendano un ritmo più regolare e che potremo lasciarci pian piano alle spalle (ma senza dimenticare!) quest’anno così singolare. Così, penso che finalmente i turisti torneranno a trascorrere una vacanza in Salento e ad abitare le stanze della mia Masseria respirando l’aria pura che la circonda..e perchè no, a vivere l’esperienza più caratteristica della mia terra: le sagre

Sagre, che passione!

Sì, le sagre sono una mia passione! Le amo, le adoro e credo che siano il modo migliore per conoscere le tradizioni folkloristiche e gastronomiche di un luogo. Se decidi di trascorrere le vacanze in Salento non puoi assolutamente perdere l’occasione di partecipare ad una sagra. Oggi vi parlo delle mie tre sagre preferite che si svolgono in diversi mesi: Agosto, Settembre, Ottobre.

Sagra de la Municeddha 10-13 Agosto Cannole

La Festa de la Municeddha è la più attesa dell’anno. Emblema di salentinità, va in scena per 4 giorni a Cannole, un piccolo borgo contadino, tranquillo e silenzioso che per l’occasione si trasforma in un vero e proprio palcoscenico dove musica, balli e buon cibo danno vita ad uno degli eventi più famosi del Sud Italia. Regina assoluta della festa è la Municeddha cucinata in vari modi: alla brace, al sugo, soffritta accompagnata da una varietà infinita di contorni a base di verdure locali cucinate alla “vecchia maniera” e tante altre pietanze tipiche della cucina salentina. Il tutto annaffiato da vino rigorosamente locale.

Festa de lu mieru 5-7 Settembre Carpignano Salentino

Un altro evento suggestivo da non perdere è la Festa de lu mieru, considerata la madre di tutte le sagre. Fu inaugurata per la prima volta nel 1974 e si svolge sempre il primo weekend del mese di Settembre. Da quando ho memoria, credo di non aver mai perso un appuntamento con Carpignano! Nel borgo antico sono allestiti stand dove scorre a fiumi il nostro buon vino servito gratuitamente che accompagna le tipiche pietanze salentine. Anche qui il ritmo è scandito dalla musica e dall’allegria contagiosa. 

La festa nasce come motivo di incontro tra le diverse genti che durante l’estate affollano i nostri borghi e città. Ancora oggi, è considerata la festa per eccellenza per accoglienza verso il “forestiero” che si prepara alla vacanza nel Salento. Potrei dire che è quasi un rito di iniziazione per chi viene in Salento per la prima volta. Non perdete l’occasione. Programmate le vostre vacanze nel Salento a Settembre!

Sagra de la volia cazzata 14-17 Ottobre Martano

Ultima in ordine di data è la “sagra de la volia cazzata” ossia dell’oliva schiacciata. La prima edizione è stata inaugurata nel 1986 all’interno del frantoio di una rinomata azienda agricola salentina. In seguito, la manifestazione è stata spostata nel paese di Martano, uno dei borghi più belli del Salento. Ai partecipanti vengono offerte le olive schiacciate a mano 15 giorni prima della manifestazione e lasciate maturare in acqua. Non manca neanche qui l’offerta di piatti tipici salentini e, ovviamente, dell’ottimo vino locale.

Avrete capito che qui, in Salento, il cibo si accompagna esclusivamente con il vino, vero? L’acqua è bandita dalle sagre!

Per chi vuole conoscere il Salento più autentico deve assolutamente partecipare ad una di queste sagre. Folklore, gastronomia e tanto divertimento renderanno la vacanza indimenticabile! Prenota adesso la tua vacanza, scopri le nostre imperdibili offerte Salento!

Vi aspetto in Masseria Giamarra, fiduciosa che potremo riprendere la vita da dove avevamo lasciato.

Claudia